Percorso legalità: venerdì scorso il primo incontro

Si è tenuto venerdì scorso il primo dei quattro incontri previsti del percorso sulla legalità dal titolo “Hanno ucciso l’uomo ragno?”, curato dal Servizio di Pastorale Giovanile dell’Azione Cattolica (Diocesi di Gaeta). Le oltre 200 persone accorse all’aula convegni di Palazzo de Vio a Gaeta hanno avuto la possibilità di conoscere e ascoltare le testimonianze di persone direttamente coinvolte nel contrasto alla criminalità organizzata. Cristiano Tatarelli (dirigente della squadra mobile di Frosinone), Aldo Pecora (Movimento dei ragazzi di Locri e di Calabria “E adesso ammazzateci tutti!”) e Rosanna Scopelliti (figlia del giudice Antonino Scopelliti, ucciso dalla mafia) hanno offerto, da tre diverse posizioni personali e di impegno sociale, spunti di riflessione e di discussione sull’ESSERE e sul FARE i cittadini nella società attuale, costantemente minacciata da modalità (economiche, politiche, sociali) illegali di interazione.
Il prossimo incontro, che vedrà come ospiti Pino Martinez (Associazione intercondominiale del quartiere Brancaccio), Gregorio Porcaro (ex vice parroco di padre Pino Puglisi, ucciso dalla mafia), Rosaria Cascio e Roberto Lopes (Associazione padre Pino Puglisi “Sì ma verso dove?”), si terrà sempre presso il palazzo de Vio a Gaeta il 24 Novembre 2006 alle ore 19,30.
Si ricorda che l’Associazione La Formica aderisce all’intero percorso, proposto ai soci come Formazione associativa.