La Formica protesta contro la tassa per la rassegna stampa

Il governo Prodi ha introdotto una modifica alla legge sul diritto d'autore con il decreto 262 del 3 ottobre 2006 che ha stabilito l'obbligo di un pagamento per la riproduzione di articoli di attualità senza scopo di lucro, contrariamente a quanto prevedeva la precedente formulazione sul diritto d'autore che poneva come unico obbligo la citazione della fonte.
Cosa cambia per le associazioni? In questo modo le associazioni di volontariato che raccolgono articoli sulla guerra in Darfur, notoriamente ignorata dai grandi mass media, oppure un'associazione ambientalista o pacifista, un comitato di quartiere contro l'elettrosmog ecc, intente a raccogliere prove, archiviando articoli di giornale online sull'argomento per denunciare crimini o abusi, dovranno pagare una tassa all'associazione degli editori per la cessione dei diritti d'autore. E' questo il risvolto della decisione del governo Prodi che rende così ancora più difficoltoso il lavoro delle associazioni di volontariato.
Nel testo dell'appello lanciato dal sito www.peacelink.it si chiede al parlamento italiano di abolire con un opportuno provvedimento le disposizioni contenute nel decreto legge 262/2006 che modificano in senso restrittivo la legge sul diritto d'autore.
L’Associazione La Formica ha aderito all’appello e invita coloro che hanno a cuore la libertà d’informazione a protestare!
Per dare la propria personale adesione:
http://db.peacelink.org/campagne/info.php?id=20