Non calpestiamo i diritti!

L’8 dicembre 2008 davanti alla Bottega del Mondo “Equatore” un solerte gruppo di volontari dell’Associazione La Formica e di operatori della Cooperativa Sociale Viandanza, insieme a tutti gli amici “equatoriali” e qualche piccolo amico delle nostre scuole calcio… hanno stuzzicato la curiosità dei passanti invitandoli a non calpestare i diritti. Il marciapiede è stato ricoperto da grossi “mattoni di carta” colorati e su un ognuno di essi era stampato a grandi lettere un “Diritto” dell’uomo. Chi passava sbadatamente vi capitava proprio sopra prima di accorgersi che stava “calpestando” niente meno che “La Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo e del cittadino” di cui il 10 dicembre 2008 ricorreva il sessantenario della nascita. 30 diritti che tutti dovremmo conoscere, raccontare, soprattutto SAPER DIFENDERE e PRETENDERE, per tutti, universalmente. Tante sono state le iniziative durante questi giorni e anche noi abbiamo voluto dare il nostro piccolissimo contributo. Distribuendo, a chi si è fermato incuriosito, the caldo equosolidale, biscotti e cioccolate del sud del mondo e regalato a tutti oltre che un sorriso e due chiacchiere, anche una stampa completa della Dichiarazione dei Diritti, da tenere e da ricordare. Sul foglio abbiamo tenuto ad evidenziare i diritti che sono esplicitamente ripresi anche dalla CARTA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO SOLIDALE perché fosse chiaro a tutti che scegliere QUESTO “COMMERCIO ALTRO” significa realmente aggiungere un mattone in più sulla difficile strada del riconoscimento dei diritti fondamentali a tutta l’umanità.
Ringraziamo di cuore chi si è fermato. Chi ci ha aiutato. Chi è entrato in bottega.
Chi non ha calpestato i diritti.



FOTO